Dopo aver parlato di tutte le tendenze che domineranno quest’inverno ci concentreremo ogni settimana su una diversa. Oggi porremo il focus su capispalla e giacche, uno dei simboli della stagione invernale. Quali saranno i cappotti, le giacche, i piumini e le pellicce di tendenza per l’inverno 2017-18? Dalle sfilate delle fashion week di Parigi, Milano, Londra e New York possiamo selezionare i modelli che sono stati proposti più frequentemente. Partiamo dai cappotti, che proposti in moltissimi tagli e modelli diversi saranno i protagonisti. A clessidra, impermeabile, soft, dal carattere maschile, ce ne sono veramente per tutti i gusti. Jason Wu propone un taglio semplice, stretto in vita da una sottile cintura. Per Calvin Klein il cappotto sarà doppiato da uno strato impermeabile. Noon by noor fa una rivisitazione del classico cappotto rendendolo soft, stile vestaglia, e molto fine, che si pone in contrasto con quello di Victoria Beckham, che è lineare e maschile. Oltre ai cappotti ci saranno le pellicce. Super femminili e in totalità pink poudre da Tony Burch oppure a tinte vibranti da Jeremy Scott. Inoltre, come ci si aspetta da un mito intramontabile, le tonalità e le linee delle classiche pellicce rimarranno. Sul versante casual sporty, invece, sono un must i piumini come il duvet Lacoste o quelli con micro fantasie floreali di Coach. E ancora i maxi giubbotti tecnici Nicholas K. Concept Korea rivisita il bomber in chiave femminile con sete jacuard floreali, mentre Philipp Plein lo propone duro e puro con patch urban. Avremo tantissimi capispalla in pelle e vernice. Dai perfecto evergreen di Jeremy Scott e Alexander Wang, alle giacche stile anni 40 di Malan Breton, ai giubbotti dalle linee anni 80, il prossimo inverno 2018 sarà “all about leather ovvero ” tutto sulla pelle”. Insomma, per questa stagione preparatevi a un’invasione di chiodi in pelle dal taglio slim oppure di capi super caldi come i giacconi e i cappotti dal taglio lungo. I più cool? Quelli visti sulle passerelle, ma ne troverete per tutti i gusti e per tutti gli stili. (Sofia Cagnoli)